sabato 27 giugno 2015

La Congregazione italiana a Praga e l'Istituto di Cultura

Quanti di voi, girellando per il caratteristico quartiere di Malá Strana a Praga (meglio conosciuto in italiano come "Quartiere Piccolo") ha notato, magari per caso, la sede dell'Istituto Italiano di Cultura? Probabilmente pochi, perché in effetti non è facile notare l'iscrizione accanto alla porta di un edificio esternamente piuttosto anonimo, passando di fretta da quelle parti per raggiungere il ben più famoso castello che si trova proprio lì vicino.

Eppure l'Istituto esiste, e la storia del palazzo che lo ospita è più interessante di quanto si potrebbe immaginare, visto che ha inizio addirittura nella seconda metà del 1500, quando proprio lì aveva sede la "Congregazione Italiana" della città di Praga, anche se, a onor del vero, bisogna dire che inizialmente si chiamava "Congregazione della Beata Vergine Maria Assunta in Cielo".

Ma che scopo aveva questa istituzione? E qual è la sua storia?

I primi anni di vita.

La congregazione fu fondata tra il 1573 e il 1575 (non è del tutto chiaro quale sia la data esatta) perché, proprio nella seconda metà del 1500, molti italiani emigrarono verso il nord Europa e molti di loro si fermarono proprio a Praga, formando una numerosa colonia composta soprattutto da architetti, artigiani, scalpellini, costruttori e mercanti di beni di lusso che si stabilirono in città insieme alle loro famiglie.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...