giovedì 5 dicembre 2013

Tradizioni ceche: San Nicola (Svatý Mikuláš)

Rappresentazione tradizionale di San Nicola
Il 5 dicembre (giorno della vigilia della sua morte) in Repubblica Ceca si festeggia San Nicola di Myra (Svatý Mikuláš in ceco) molto più noto in Italia come San Nicola di Bari (città dove furono in seguito trasportate le sue reliquie dai marinai italiani di ritorno dalla Turchia) un Santo importantissimo per l'Europa intera e celebrato in tutto il mondo, patrono di numerose città europee e di moltissime località in Italia.
In Repubblica Ceca questa giornata assume una dimensione, un'atmosfera davvero molto particolare e addirittura "magica" per tutti i bambini, ma anche per gli adulti che, è inutile negarlo, si ritrovano spesso e volentieri ad essere molto più bambini di loro!

Ho scoperto l'esistenza di questa tradizione così radicata e profonda nel 2010, fino a quel momento infatti (ammetto la mia ignoranza) ero convinto che l'usanza di festeggiare la figura di San Nicola fosse propria unicamente di alcune regioni italiane, e ne sono rimasto davvero molto colpito: chiunque viva o abbia vissuto almeno per un periodo in Repubblica Ceca sa certamente a cosa mi riferisco, e sono sicuro che questa giornata non passerà inosservata nemmeno agli occhi dei turisti più distratti!

Proprio come in alcune zone d'Italia, infatti, in Repubblica Ceca San Nicola (ancora oggi rappresentato con indosso gli abiti vescovili e caratterizzato da una lunga barba bianca) è l'unico e autentico "Babbo Natale" riconosciuto dalla tradizione (molti non sanno infatti che il personaggio di Santa Claus, detto anche Saint Nicholas, deriva proprio da San Nicola) e porta in dono ai bambini dolcetti, mandarini o, più in generale, delle cose buone e golose da mangiare.
Ma ovviamente solo se sono stati buoni! Per i bambini cattivi infatti c'è sempre in serbo almeno un po' di carbone oppure una patata cruda, come ammonimento per il futuro.

La notte del 24 dicembre è invece Gesù bambino a portare i regali, proprio come era tradizione anche in Italia molti anni fa, prima che ci facessimo completamente travolgere (pur con qualche piccola eccezione, specialmente nelle regioni meridionali) dalla cultura americana, presa a sua volta in prestito dalle antiche credenze dei popoli celtici del nord Europa.

Ma le analogie si fermano qui, perché in Repubblica Ceca la festa di San Nicola deve molto del suo fascino senza tempo anche ad un mix molto ben riuscito di tradizione religiosa, magia, favola e al tempo stesso paura: il Santo infatti non si presenta mai da solo, ma è sempre accompagnato da altre due figure, un angelo e un diavolo, ed è proprio quest'ultimo, con il suo grande sacco sulle spalle, il volto nero di polvere di carbone e le caratteristiche corna rosse a far tremare i poveri bambini di paura, minacciandoli di metterli nel suo grande sacco e di portarli con sé all'inferno se non sono stati abbastanza buoni!

Allora San Nicola chiede al bambino di cantargli una canzoncina, in modo da farlo contento e da placare nel contempo l'ira del diavolo che lo accompagna, che a quel punto non potrà fare niente di più che aggiungere un po' di carbone al sacchetto dei dolci, con grande sollievo da parte di tutti!

La tradizione di unire alla figura del Santo quelle di un angelo e di un diavolo appartiene unicamente alla Repubblica Ceca e alla vicina Slovacchia e deriva direttamente dalle favole tradizionali che accomunano questi due paesi: l'angelo e il diavolo rappresentano infatti simbolicamente il bene e il male.
In altri paesi europei invece (specialmente in quelli di cultura germanica) al Santo si accompagnano solitamente altri personaggi, più legati alle antiche leggende nordiche che alla tradizione religiosa, mentre nella maggior parte dei paesi restanti San Nicola si presenta da solo oppure passa durante la notte o comunque senza poter essere visto.

In questo giorno in ogni caso è letteralmente impossibile, camminando per strada, non imbattersi nei moltissimi figuranti che interpretano San Nicola accompagnato dall'angelo e dal diavolo (o, in alcuni casi, anche da più di uno di questi personaggi) e che nelle piazze distribuiscono dolci e carbone a tutti i bambini.
Oltre a questi ce ne sono moltissimi altri (per la maggior parte studenti, ingaggiati dai genitori stessi) che girano direttamente per le case, ma anche in scuole materne, elementari e perfino nei licei!

Qui di seguito pubblico alcune foto che ho scattato in occasione del mio primo incontro con San Nicola!


San Nicola in piazza a Pilsen - Foto By Marco Ciabatti
San Nicola in piazza a Pilsen - Foto By Marco Ciabatti
San Nicola in piazza a Pilsen - Foto By Marco Ciabatti
San Nicola in piazza a Pilsen - Foto By Marco Ciabatti





3 commenti:

  1. Già San Nicola! La tradizione di questa festa è comune anche in altri paesi del centro Europa, ricordo che le ragazze belghe con cui vivevo in Spagna preparavano un piatto con delle carote (forse avevano finito i biscotti :) ) per sfamare il Santo e lasciavano le scarpe fuori dalla porta, sicure di trovarci un regalo il giorno successivo. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se lo nutrivano a carote il San Nicola belga non avrà sicuramente problemi di sovrappeso! ;) Comunque bella questa usanza di lasciare le scarpe fuori dalla porta, molto simile a quella delle calze per la Befana!

      Elimina
  2. Questa festa infatti è molto bella perché a differenza di Gesù bambino che passa di notte o non si fa mai vedere San Nicola con la sua compagnia sono personaggi "reali". Io mi ricordo che da piccola avevo già scoperto che il Gesù bambino e inventato ma credevo ancora che San Nicola fosse vero :) E anche quando poi più in là si faceva tutto il "teatro" solo per mio fratello più piccolo avevo sempre paura dei diavoli perché mi sembravano troppo reali (i ragazzi che venivano da noi erano attori bravissimi). Questa festa e bella poi perché dopo che cresci tela puo godere dall'altro punto di vista. Infatti le persone che interpretano questi personaggi sono di solito ragazzi del liceo o studenti universitari e vengono chiamati e pagati dai genitori che possono anche fare richieste specifiche per rendere il tutto più realistico (per esempio istruire san Nicola a menzionare un voto basso appena ricevuto a scuola etc).

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...